Genitore 1 – Genitore 2


Mamma e papà? È discriminatorio. Ora in Francia si dirà “Genitore 1” e “Genitore 2” – Linkiesta.it

Dopo Zapatero in Spagna, ora anche il governo socialista di François Hollande, in Francia, è in procinto di abolire dal diritto di famiglia i ruoli di madre e padre, che verranno sostituiti dai termini più neutri di “genitore 1” e “genitore 2”. La nuova dicitura comparirà in tutti i documenti con valore legale, inclusi i certificati di nascita. Il provvedimento rientra in un più ampio progetto legislativo, annunciato da mesi, che legalizzerà i matrimoni omosessuali e darà alle coppie gay il diritto di adottare dei figli. […]

Già qualche anno fa, ad esempio, il ministero della Pubblica istruzione inglese ha suggerito agli insegnanti di redarguire i bambini che si riferiscano ai propri genitori chiamandoli “mamma” o “papà” perché ciò farebbe sentire discriminati i bambini cresciuti da coppie omosessuali.

A dispetto delle proteste, il ministro della Giustizia Christiane Taubira tira dritto per la sua strada e dice che la nuova legge, che dovrebbe arrivare in Parlamento già questo mese, «è necessaria per secolarizzare il legame del matrimonio» e permetterà alle coppie dello stesso sesso di adottare dei figli. […]

In un’intervista di qualche anno fa al Time, Zapatero spiegò in questo modo la piena equiparazione giuridica di ogni possibile famiglia, naturale e no, sotto ogni profilo costituzionale e del codice civile: «Non sono un grande leader ma solo un buon democratico. Ecco il mio socialismo ciudadano: riconosco che quando una forte maggioranza di cittadini dice qualcosa, quel qualcosa è giusto».

Ma questa non è la democrazia, che è un complesso sistema di difesa delle libertà definite da una antropologia ben definita e non un assoggettarsi a ciò che piace alla maggioranza del momento, ma un populismo senza leadership e senza spina dorsale che inginocchiandosi di fronte alla tirannia della cosiddetta opinione pubblica mina alla base le fondamenta stesse del vivere civile e dell’identità di ogni singola persona.

_____________

.

.

.

.

.

.

Questa legge lascia parecchie perplessità.

Tra un papà e una mamma “ordinariamente normali” chi sarà il genitore numero 1 e chi il numero 2? Non è già questo discriminatorio?

Nel caso invece di una coppia “non ordinaria”, tra tutte le parole a cui ricorrere, perchè chiamarli proprio GENITORI se è la prima cosa che per natura ed etimologia non potranno mai essere? Affidatari, tutori, responsabili, ma propriamente genitori è impossibile. Dal punto di vista giuridico, nel caso di antinomia fra le fonti normative, deve essere preferita la fonte che nella scala gerarchica occupa la posizione più elevata (lex superior derogat legi inferiori). E su questa legge “politically correct” non si può non dire che prevarrà sempre e comunque la vecchia, ben nota, legge dei conigli.

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...