Choosy cosa?


Fonte WordReference:

choosy / ˈtʃuːzɪ/ agg. difficile da accontentare, esigente (about riguardo a).

choosy‘ trovato anche in queste voci:
Inglese: pernickety

Fornero, finanziamenti in famiglia. L’intreccio del Collegio Carlo Alberto – Italia Oggi 27/3/2012

Un progetto del ministro riceve soldi da un istituto il cui vicepresidente è il marito Mario Deaglio

Come intreccio non è davvero niente male. Protagonisti indiscussi sono il ministro del lavoro, Elsa Fornero, e il marito Mario Deaglio, economista all’università di Torino. Ebbene, si dà il caso che un progetto di ricerca presentato qualche tempo fa dalla Fornero nella veste di studiosa e docente dello stesso ateneo torinese, ancora in corso nel 2011, sia stato finanziato da un istituto di ricerca, il Collegio Carlo Alberto, il cui vicepresidente è proprio Deaglio, il marito dell’attuale ministro. Tracce di questo progetto di ricerca si trovano nei bilanci di missione del Collegio relativi al 2010 e al 2011. Vi si legge che lo studio è dedicato alle «Conseguenze economiche dell’analfabetismo finanziario». La premessa è che le riforme previdenziali degli ultimi anni, di cui naturalmente la Fornero è esperta, «hanno trasferito sugli individui la responsabilità della gestione della propria sicurezza finanziaria per l’età anziana». Il progetto, affidato a un gruppo di accademici guidati proprio dal ministro del lavoro, in pratica ha analizzato i comportamenti finanziari dei genitori, rilevando come questi siano più che altro orientati ad aiutare i figli investendo risorse nel mattone, a scapito dell’istruzione. Con tutte le conseguenze che questa scelta comporta sul futuro capitale umano.

Fin qui i contenuti. Poi però c’è l’intreccio. Dai documenti contabili del Collegio si apprende che il progetto della Fornero, della durata di due anni, è stato riconosciuto nel 2010 come «eccellente» insieme ad altri sette. In tutto gli otto progetti «hanno ottenuto un finanziamento per un budget complessivo, da ripartire su tre anni, di 1.500.000 euro». Ora, va precisato che nel 2010, quando il Collegio ha deciso di finanziarie il «progetto Fornero», Deaglio non era ancora nel cda dell’istituto. Vi è però entrato nel maggio del 2011, assumendo l’incarico di vicepresidente e andando a creare la «curiosa» situazione in cui un progetto della consorte, in quell’anno, risultava economicamente foraggiato da un istituto il cui vicepresidente era ed è il marito. A riprova, nel bilancio di missione 2011 del Collegio, l’ultimo disponibile, viene menzionato il progetto seguito dalla Fornero tra quelli ancora in corso di finanziamento nel 2011.

Ma a rendere la matassa ancora più intrecciata sono anche altri elementi. Per rendersene conto basta chiedersi chi ci sia dietro al Collegio Carlo Alberto. L’istituto, in pratica, è una fondazione nata nel 2004 su iniziativa della Compagnia San Paolo, una delle più ricche fondazioni bancarie italiane, nonché azionista di peso del gruppo bancario Intesa Sanpaolo, e dell’Università di Torino. Tanto per chiarire, nel 2011 le iniziative del Collegio sono state realizzate grazie a una disponibilità finanziaria di 7.995.920 euro, di cui ben 5 milioni versati dalla fondazione bancaria. E chi è stato vicepresidente della Compagnia San Paolo dal 2008 al 2010? Proprio Elsa Fornero. Senza contare che della stessa Compagnia in passato ha fatto parte anche Deaglio. Insomma, un intreccio incredibile, che fa peraltro ritornare alla mente le polemiche che hanno investito la figlia del ministro, Silvia Deaglio, responsabile ricerca di una fondazione che si occupa di genetica e che è stata finanziata dall’immancabile Compagnia San Paolo.

.

La brillante carriera della figlia di Elsa Fornero. Due posti fissi nell’università di famigliaCorriere.it 7/2/2012

[…] Nei verbali del concorso, oltre ai molti titoli, corsi e premi vinti, si legge testualmente: «La candidata dimostra inoltre un’ottima capacità di attrarre fondi di finanziamento per la ricerca: infatti è responsabile di rilevanti progetti di ricerca».

e se cercate ancora:  Dagospia

.

Bersani : «Il modello per mia figlia non è certo Belen, ma il ministro Fornero»Corriere.it 18/2/2012

[…] La farfallina di Belen ha scatenato una selva di reazioni ma con la sua dichiarazioni il segretario del Pd chiarisce da che parte sta.

[…]

A proposito, giusto per annotazione: il marito Mario Deaglio è fratello del giornalista Enrico Deaglio ex direttore di Lotta Continua, l’Unità, il Manifesto, ecc.

Fate voi le vostre considerazioni.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...