Sudo ma godo


La multimedialità del Corriere punta tutto su Microsoft  – IlFatto.it 25/10/2012

Primi effetti della cura Scott Jovane in Rcs. L’ex amministratore delegato di Microsoft Italia che ha preso in mano le redini della casa editrice del Corriere della Sera il 2 luglio scorso, del piano industriale che dovrebbe risollevare le sorti del gruppo soffocato dai debiti e atteso per metà dicembre, ha solo anticipato una particolare focalizzazione sul multimediale, peraltro un vecchio ritornello dei suoi predecessori.

Intanto, oggi pomeriggio, mentre in Italia e nel mondo succede di tutto, […] su cosa punta il multimediale di Rcs per eccellenza, cioè il sito internet del Corriere?

Sul lancio del nuovo sistema operativo della Microsoft, Windows 8, con tanto di cronaca in diretta del debutto a cura di un inviato ad hoc. Notizia che ha lasciato il primo piano solo quando è arrivata quella della morte di un alpino in Afghanistan. Del resto per la campagna del nuovo prodotto, la casa americana che Scott Jovane ben conosce ha già pronti 1,5 miliardi di dollari di investimenti, come segnala in bella vista lo stesso Corriere online subito sopra all’esclamazione di Bill Gates: “Meraviglioso”, che troneggia nel titolo.

.

Già, meraviglioso. Peccato non si sia neppure accennato che proprio il 27 era il

Linux Day 2012 in Italia. Il software libero nelle aziende – da Notebook Italia

Ieri, 27 ottobre 2012, si è tenuta la XII edizione del LinuxDay, o meglio la “giornata nazionale per GNU/Linux ed il software libero”, un evento per festeggiare Linux e gli amici del Pinguino.

[…] Linux, negli ultimi anni soprattutto a causa della crisi economica, è riuscito a penetrare anche nelle piccole e medie imprese italiane come soluzione software low-cost per “consentire agli imprenditori di abbattere i costi del software in azienda senza rinunciare a nulla rispetto alle soluzioni proprietarie”. Linux è diventato il sistema operativo principale di aziende specializzate in telecomunicazioni e tecnologia, di enti ed uffici pubblici, di professionisti appassionati di informatica.

.

Linux in tutte le sue varie distribuzioni (distro) è un sistema completamente gratuito con applicazioni disponibili che non fanno rimpiangere il mondo Microsoft. Si potrebbe adottare nella PA e ne guadagnerebbero le nostre tasche di contribuenti!

Come singolo utente si devono leggere un minimo di istruzioni, ma si è sempre supportati da Forum e guide on line.

Non sono un esperto, ma da un paio di anni ho installato Kubuntu (oggi l’aggiornamento alla versione 12.10) su una partizione dedicata. Convive felicemente con Windows Vista preinstallato e non ci penso proprio a comprare un Windows Seven o 8 che sia. Il dual boot (la scelta del sistema operativo all’avvio) è gestita da EasyBCD.

E’ vero che è necessario imparare un minimo di  “sintassi” se si devono dare dei comandi a terminale (un po’come il vecchio DOS), ma solo per comandi che richiedono i privilegi di amministratore di sistema.

Questi devono essere preceduti dal comando SUDO (che sta per super user do, esegui come superutente) che richiede poi la password.

Ecco un elenco di comandi che uso in sequenza, sempre quelli (digitati la prima volta, a terminale dopo basta richiamarli con la freccia up):

sudo apt-get update                        (aggiorna l’elenco locale degli indici dei pacchetti)

sudo  apt-get upgrade –fix-missing -f               (aggiorna i pacchetti)

sudo apt-get dist-upgrade -f               (aggiorna l’intero sistema da una revisione a un’altra)

sudo apt-get install -f              (controlla che non ci siano pacchetti difettosi)

sudo apt-get –purge autoremove             (rimuove le dipendenze inutili)

sudo apt-get autoclean                         (rimuove la cache dei pacchetti scaricati dai repository obsoleti)

sudo apt-get clean                            (rimuove la cache dei pacchetti scaricati dai repository)

sudo dpkg –purge `COLUMNS=300 dpkg -l “*” | egrep “^rc” | cut -d\ -f3`         (rimuove tutti i pacchetti di sistema oramai diventati obsoleti: dipendenze oramai irrisolte e residui di file di configurazione)

sudo rm -fr /tmp/*                   (rimuove files dalla cartella /temp)

sudo rm -rfv ~/.local/share/Trash/*                (rimuove files dalla cartella cestino)

.


Ehm, a volte c’è qualche problemino:

A me è andato tutto a posto anche senza.

PROMEMORIA – Come cancellare i vecchi kernel:

Per verificare quale versione di kernel è in uso lanciare il comando

uname -r

da terminale in questo caso esce:

3.2.0-34-generic

per visualizzare la lista di tutti i kernel presenti nel computer, basta inserire il comando:

dpkg –get-selections | grep linux-image

quindi scelgo il kernel da rimuovere (prima in prova):

sudo apt-get -s purge linux-image-3.2.0-31-generic

quindi lo rimuovo davvero (togliendo il prefisso -s):

sudo apt-get purge linux-image-3.2.0-31-generic

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...