Venice


Come si muove Venezia (e perché)  – Le Scienze

[…] La perdita di quota di Venezia ha ragioni complesse, e sulla base di dati relativi a sedimenti e reperti archeologici si è stimato che la componente geologica vari fra gli 0,6 e gli 1,6 millimetri all’anno. Nel Novecento, però la subsidenza di Venezia è stata molto più accentuata: ben 25 centimetri, 15 dei quali attribuibili al pompaggio delle acque sotterranee, fortunatamente interrotto nei decenni scorsi. Ma una conoscenza dettagliata del fenomeno e delle sue componenti è ancora essenziale, considerate anche le variazioni del livello del mare legate al riscaldamento globale, che hanno aumentato la vulnerabilità della città. Il centro storico di Venezia emerge infatti di appena 90 centimetri al di sopra del livello medio.Per distinguere il contributo dei diversi fattori alla subsidenza, i ricercatori hanno confrontato i risultati di due tecniche di monitoraggio del terreno ad alta risoluzione da satellite, un tipo di tecnologia che oggi ha raggiunto la capacità di rivelare i piccoli movimenti dei singoli edifici. […]

srep02710-f1

Le sofisticate apparecchiature di interferometria radar di cui sono dotati i satelli per l’osservazione della Terra, come ENVISAT dell’ESA, l’agenzia spaziale europea, hanno permesso di tracciare una mappa dei movimenti del suolo con un’elevatissima risoluzione, tanto da individuare gli spostamenti relativi di singoli palazzi, ponti e chiese. I valori negativi indicano una subsidenza, quelli positivi un innalzamento.

venice-sinking

DSC_0106

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...